COSAP - Coordinamento Sindacale Appartenenti Polizia

www.byoblu.com – Sindacato Polizia COSAP diffida ministero della salute e dell’interno, non è possibile procedere con obbligo vaccinale

Facebook
WhatsApp

https://www.byoblu.com/2022/01/05/sindacato-polizia-cosap-diffida-ministero-della-salute-e-dellinterno-non-e-possibile-procedere-con-obbligo-vaccinale/

BYOBLU24

SINDACATO POLIZIA COSAP DIFFIDA MINISTERO DELLA SALUTE E DELL’INTERNO. NON È POSSIBILE PROCEDERE CON OBBLIGO VACCINALE

Il sindacato di polizia COSAP ha inviato al Ministero dell’Interno, al Ministero della Salute e all’AIFA (l’Agenzia italiana del farmaco) una diffida dal procedere con l’imposizione del trattamento dei “vaccini” Covid-19.

Alla diffida è stata allegata la nota legale dell’avvocato Renate Holzeisen che rileva che i vaccini Covid necessitano di prescrizione medica, come si evince dai documenti autorizzatori dell’EMA (l’agenzia europea dei medicinali).
Ciò significa, si legge nella nota dell’avvocato, che deve essere “un medico con nome e cognome e numero di iscrizione all’Ordine dei Medici ad assumersi la piena e personale responsabilità della prescrizione del trattamento con una sostanza di fatto ancora sperimentale”.
La ragione di ciò si trova nel fatto che i vaccini Covid sono infatti farmaci autorizzati in via condizionata, ancora in fase di sperimentazione. “Non possono essere considerate sostanze sicure e soprattutto non possono essere somministrate senza una valutazione del singolo caso di ogni persona con un’analisi dei rischi e benefici”, si legge nella nota dell’avvocato.

Che sia necessaria la prescrizione medica specialistica è circostanza riconosciuta anche dall’AIFA nella nota del 17 dicembre 2021.
Centinai di poliziotti iscritti a COSAP avevano inviato proprio all’agenzia italiana del farmaco mail di richiesta di chiarimenti in merito alla necessità di ottenere la prescrizione medica prima di sottoporsi alla vaccinazione e ottemperare così all’obbligo, entrato in vigore anche per le forze dell’ordine.
A seguito di queste richieste, AIFA aveva risposto riconoscendo nella nota del 17 dicembre la necessità della prescrizione medica, tuttavia, “senza motivazione e con una contraddizione in termini”, come sostenuto dall’avvocato Holzeisen, le richieste di chiarimento dei poliziotti sono state definite dall’agenzia italiana del farmaco come infondate giuridicamente e scientificamente.

Per questo motivo, COSAP ha ritenuto di inviare la formale diffida dal procedere con l’imposizione dei vaccini nei confronti degli appartenenti alle forze dell’ordine.
Mancando un requisito fondamentale come la prescrizione medica, la procedura che impone l’obbligo vaccinale alle forze dell’ordine non può essere avviata, è la conclusione della nota dell’avvocato Holzeisen.

La diffida è stata comunicata dal segretario nazionale di COSAP, Sergio Scalzo, anche agli onorevoli: Francesca Donato, Pino Cabras, Gianluigi Paragone, Claudio Borghi e Francesco Forciniti, con l’invito a rappresentare nelle rispettive sede istituzionali le tematiche trattate nella nota legale, affinché diventino oggetto di discussione parlamentare.
Il COSAP ha chiesto al Ministero dell’Interno e della Salute di pronunciarsi con urgenza sulla questione.

LA DIFFIDA DI COSAP A MINISTERO DELLA SALUTE, INTERNO E AIFA

Approfondisci

Articoli correlati